Scopri di più sulle competenze tecniche da inserire nel curriculum

Cosa sono le hard skills

Le hard skills possono essere indicate anche con l’espressione competenze tecniche. Sono le abilità che possono essere apprese, dimostrate e valutate, e che che sono fondamentali per poter svolgere un determinato lavoro.
Insomma, sono tutti gli insegnamenti che impariamo nel percorso di studi, e che perfezioniamo con l’esperienza quando cominciamo a lavorare. Tra queste possiamo includere: competenze linguistiche, l’utilizzo di programmi di grafica, capacità di programmazione e molto altro ancora. Tutte le conoscenze che servono per svolgere un lavoro, e che possono essere integrate con corsi di aggiornamento e perfezionamento.
Possiamo definirle, quindi, come una cassetta degli attrezzi di competenze tangibili, che al contrario delle soft skills possono essere quantificate e misurate con una prova, un voto o un attestato.
Ovviamente, sono diverse per ogni settore in cui ci si muove: chi si occupa di programmazione avrà hard skills informatiche più forti, mentre chi si occupa di contabilità avrà solide conoscenze in ambito economico.

Perché sono importanti

Agli occhi delle aziende, le hard skill rappresentano la risposta a una serie di bisogni necessari per il lavoro che offrono, e sono quindi essenziali. Non a caso ogni annuncio di lavoro riporta sostanzialmente quali competenze specialistiche sono esplicitamente richieste, alle voci “Requisiti richiesti” o “Profilo ricercato”.

Dal tuo punto di vista quindi sono importantissime perché arricchiscono il CV e ti rendono interessante dal punto di vista lavorativo. Continuare a formarsi amplia le tue competenze ed è spesso una chiave di volta verso il successo.

Hard Skills: cosa sono
Young businesswoman easing working long hours with coffee at her home office.

Come inserirle nel curriculum

A proposito di CV, ricorda che quando lo compili devi inserire le hard skill rilevanti per la candidatura in maniera chiara e visibile all’istante, per esempio in un semplice elenco.
Puoi indicarle in una sezione apposita, oppure inserirle nel campo della formazione per dare valore al tuo percorso. In questo modo il CV si presenterà scorrevole e sarà più semplice collegare gli studi e l’esperienza lavorativa.
Quando i recruiter analizzano i CV, una gran parte del loro tempo si concentra sull’analisi delle hard skill.